Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 30/03/2012

Sanzioni a carico dei privati

  1. E’ soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 30 euro a 100 euro, forfettariamente comprensiva della restituzione dei contributi percepiti indebitamente o in eccedenza rispetto a quanto spettante, colui che:
    • effettui rifornimento beneficiando di un contributo superiore  a quello spettante in attuazione della presente legge;
    • utilizzi l’identificativo non essendo più intestatario, cointestatario o titolare di diritto di usufrutto del mezzo titolare di contratto di locazione finanziaria o leasing del medesimo
    • utilizzi l’identificativo per rifornire un mezzo diverso rispetto a quello per il quale è stato rilasciato
    • utilizzi senza titolo l’identificativo altrui.
  2. E’ soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 50 euro a 200 euro colui che, anche a seguito del venir meno della titolarità del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto o del contratto di locazione finanziaria o leasing del mezzo, ceda ad altri il proprio identificativo.

    L’intestatario della tessera è responsabile per ogni uso improprio.