Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 23/11/2011

Vigilanza sulla sicurezza dei prodotti

In un mercato ormai globalizzato, il consumatore comunitario viene esposto a rischi sempre più significativi legati alla circolazione di prodotti non sicuri per la propria salute.

 

Il flusso crescente di importazioni ed il principio comunitario di divieto di limiti a tale fenomeno, pone, come ineludibile, la realizzazione di un sistema di controllo cui sono chiamati una pluralità di soggetti pubblici tra cui la Camera di Commercio.

In questo campo, la Camera di Commercio interviene:informando gli operatori sugli obblighi normativi nella produzione e distribuzione dei prodotti

  • informando il consumatore sull’acquisizione di prodotti sicuri
  • effettuando controlli e visite ispettive presso produttori e distributori
  • elevando sanzioni nei confronti di chi non rispetta la normativa sulla sicurezza dei prodotti.

La norma principale di riferimento è, attualmente, il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, pubblicato nel Suppl. Ord. n. 162/L alla G.U. n. 235 dell‘8 ottobre 2005, il cosiddetto Codice del consumo, il Testo unico che ha riordinato varie disposizioni emanate nel corso degli anni precedenti in materia di tutela del consumatore.

Tale Codice, in merito alla garanzia per i beni di consumo, in particolare:

  • impone a produttori e distributori l‘obbligo generale di immettere sul mercato solo prodotti sicuri e rispetto alla precedente normativa;
  • definisce come campo di applicazione della normativa tutti i prodotti destinati al consumatore (inclusi quelli forniti al consumatore, per essere da questi utilizzati, nell‘ambito di una prestazione di servizi), con l‘esclusione dei prodotti regolati da apposite disposizioni (p.es. i prodotti rientranti nel campo di applicazione di direttive di armonizzazione tecnica che prevedono l´apposizione della marcatura CE) e dei prodotti alimentari;
  • fa riferimento alle norme tecniche europee e nazionali come elemento che garantisce una presunzione di conformità agli obiettivi della direttiva 2001/95/CE;
  • prevede un sistema di controlli sui prodotti ed il sistema di allerta europeo (RAPEX) per consentire un più rapido ritiro dal mercato dei prodotti pericolosi;
  • stabilisce le sanzioni a carico dei produttori e distributori che immettano sul mercato prodotti pericolosi.

 

La Camera di Commercio ha competenza nei seguenti settori:

  • Autovetture nuove: risparmio carburante ed Emissioni CO2 (D.P.R. 84/03)
  • Prodotti elettrici
  • Giocattoli (D.Lgs. 313/91)
  • Dispositivi protezione individuali
  • Occhiali da sole
  • Etichettatura prodotti tessili (D.Lgs. 194/99)
  • Etichettatura calzature (L. 1112/66 – D.M. 11.04.96)

A CHI RIVOLGERSI

Area regolazione del mercato
Corso Vittorio Emanuele II n. 47
33170 Pordenone
Tel. 0434/381258, 381206
Fax. 0434/381314
e-mail: regolazione.mercato@pn.camcom.it