Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 23/12/2015

Chi non versa il diritto annuale (art. 4 DM 359/2001)

Le imprese individuali cessano di essere soggette al pagamento del diritto a partire dall'anno solare successivo a quello in cui è cessata l'attività, sempre che la relativa domanda di cancellazione sia presentata entro il 30 gennaio successivo alla data di cessazione dell'attività.

Le società e gli altri soggetti collettivi cessano di essere soggette al pagamento del diritto a partire dall'anno solare successivo a quello in cui è stato approvato il bilancio finale di liquidazione a condizione che la relativa domanda di cancellazione dal registro delle imprese sia presentata entro il 30 gennaio successivo all'approvazione del bilancio finale.

Le start up innovative sono esonerate dal pagamento del diritto annuale per cinque anni dalla data di iscrizione nell’apposita sezione del Registro delle Imprese, conseguentemente al mantenimento dei requisiti.

Gli incubatori certificati di start up innovative sono esonerati dal pagamento del diritto annuale per cinque anni dalla data di iscrizione nell’apposita sezione del Registro delle Imprese, conseguentemente al mantenimento dei requisiti, nel caso in cui svolgano servizi per sostenere la nascita e lo sviluppo di start up innovative in modo esclusivo o attività collaterali strumentali e connesse alla predetta attività principale.

Tutte le imprese per le quali sia stato adottato un provvedimento di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa cessano di essere soggette al pagamento del diritto a partire dall'anno solare successivo a quello in cui è stato adottato il provvedimento, tranne i casi in cui sia stato autorizzato, e fino a quando non sia cessato, l'esercizio provvisorio dell'impresa.

Le imprese in amministrazione straordinaria, a meno che non venga autorizzato l’esercizio d’impresa, sono esonerate dal pagamento (circolare Ministero Attività Produttive n. 546959/2004).

Le società cooperative, nel caso di cui all'articolo 2545 septiesdecies del codice civile (ex art. 2544 C.C.) cessano di essere soggette al pagamento del diritto a partire dall’anno solare successivo a quello della data del provvedimento che ha comportato lo scioglimento per atto dell'Autorità di Vigilanza.