Esprimi il tuo giudizio

Proroga termini per il versamento del diritto annuale 2019 per i contribuenti che svolgono attivita’ economiche per le quali sono stati approvati gli isa (Indici Sintetici di Affidabilità)

02.07.19

Con Legge 28 giugno 2019 n.58 (Gazzetta Ufficiale n.151 del 29.06.2019) è stato convertito in Legge il Decreto Legge 30 aprile 2019 n.34 in cui è contenuta la proroga al 30 settembre 2019 per i versamenti che scadono dal 30 giugno al 30 settembre 2019 ai fini delle imposte dirette, IRAP e IVA dovuti dai soggetti per i quali sono stati approvati gli ISA.

Con risoluzione n.64 del 28 giugno 2019 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che sono interessati alla proroga i soggetti che svolgono le attività economiche per le quali sono stati approvati gli ISA quando, contestualmente:

  • esercitano, in forma di impresa o di lavoro autonomo, tali attività;
  • dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun ISA, dal relativo decreto ministeriale di approvazione.

Ciò a prescindere dalla effettiva applicazione degli ISA. Rientrano, quindi, nella proroga anche i forfetari, chi applica il regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, chi determina il reddito con altre tipologie di criteri forfetari e chi dichiara altre cause di esclusione dagli ISA.

Pertanto anche il versamento del diritto annuale,  per le imprese che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli ISA, ha come nuova scadenza il 30 settembre 2019.

Per le imprese che non rientrano nelle casistiche sopra menzionate la scadenza del 1 luglio viene confermata con la possibilità di effettuare il versamento entro il 31 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.


Autore: Ufficio stampa