Esprimi il tuo giudizio

Diritto Annuale 2017: misure fisse e modalita’ di calcolo invariate rispetto al 2016

31.05.17

L'importo dovuto per il 2017 deve essere determinato considerando la riduzione del 50% rispetto al diritto 2014, riduzione fissata dall'art. 28, comma 2, del D.L. 24/06/2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla Legge 11/08/2014, n. 114.
A tale misura dovrà essere aggiunto l’aumento del 20%, destinato al finanziamento di progetti strategici, disposto con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 22 maggio 2017, ancora in corso di registrazione alla Corte dei Conti. 

Applicando i criteri di calcolo sopra descritti, la misura fissa e le modalità di calcolo del diritto annuale 2017 restano invariate rispetto al  2016

Nelle more della registrazione del Decreto 22 maggio 2017 da parte della Corte dei Conti, le imprese sono tenute a versare le misure del diritto annuale senza considerare l'incremento del 20%. Il versamento del conguaglio dovrà essere effettuato entro il termine di cui all'art. 17, comma 3, lettera b, del D.P.R. 07/12/2001, n. 435 (30 novembre 2017).

ATTENZIONE: Si informa, qualora l’impresa desideri evitare la presentazione di un secondo F24 per il conguaglio, che il versamento dell’intero ammontare del diritto annuale (comprensivo del 20% di aumento) effettuato in un'unica soluzione entro il  30 giugno  verrà  considerato regolare. 

Le scadenze per il versamento del diritto annuale sono fissate al 30 giugno 2017 oppure al 31 luglio 2017 con la maggiorazione dello 0,40%.