Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 29/06/2018

Progettazione comunitaria

BEAT Blue Enhancement Action for Technology transfer

Programma di riferimento
INTERREG Italia – Croazia V 2014 - 2020 - 1° call Standard +

Durata
Gennaio 2018- giugno 2019

Partner
Unioncamere Veneto -capofila
ConCentro –Azienda Speciale della Camera di Commercio di Pordenone
Porto di Venezia
Università di Trieste, Dipartimento Economia 
Maritime Technology Cluster del Friuli Venezia Giulia
Agenzia per lo sviluppo dell’Istria
Università di Fiume, Dipartimento Trasferimento tecnologico 

Obbiettivi

Il progetto ha l’obiettivo di potenziare le competenze delle imprese in termini di organizzazione dei processi aziendali rafforzando l’attitudine all’innovazione e la cooperazione non solo fra imprese ma anche con centri di ricerca, università operanti nel settore della cantieristica nautica nell’area di programma Italia-Croazia.
Grazie alla capitalizzazione di uno studio realizzato nell’ambito del progetto Blue Tech finanziato dal bando “Targeted call on European Strategy for the Adriatic and Ionian Region – EUSAIR 2007-2013, BEAT punta a stimolare la creazione di un cluster transfrontaliero nelle tecnologie della Blue Economy comprendente il settore della cantieristica nautica, oltre ai comparti connessi che vanno dalla subfornitura meccanica, elettronica e arredo.

Sito: www.italy-croatia.eu

BLUE TECH

Programma di riferimento       
Adriatic IPA CBC 2007-2013

Durata
Concluso

Partner
Unioncamere Veneto -capofila
ConCentro –Azienda Speciale della Camera di Commercio di Pordenone
Provincia di Pesaro e Urbino
Friuli Innovazione Scarl di Udine
Regional Ekonomska Zajednica-REZ d.o.o. di Zenica (Bosnia-Herzegovina)
Istarska Razvojna Agencija di Pola (Croazia)

Obbiettivi
Contribuire allo sviluppo di un Cluster macro regionale nell’area Adriatico-Ionica nel settore delle tecnologie navale eco-sostenibili, in coerenza con il pilastro 1 “Blue Blue Growth” della Strategia comunitaria EUSAIR, attraverso la elaborazione di uno studio di fattibilità, di una piattaforma di scambio di informazioni e prassi, eventi di networking e azioni di sensibilizzazione, promozione e diffusione dei risultati.

Adriatic economic cluster club

Programmma di riferimento
Programma operativo transfrontaliero IPA – Asse 1 “cooperazione economica, sociale ed istituzionale” – Misura “ sostegno finanziario alle PMI innovative”.

Durata del progetto
Marzo 2011 – agosto 2013

Partner del progetto
Unioncamere Veneto ( capofila)
Azienda speciale della Camera di Commercio di Pordenone “ConCentro”
Camera di commercio di Venezia
Camera di commercio di Ancona
Camera di commercio di Chieti
Camera di commercio di Campobasso
Camera di commercio di Brindisi
Città di Igoumenitsa ( Grecia)
Camera di commercio della Croazia
Agenzia per lo sviluppo istriana ( Istria)
Agenzia regionale per lo sviluppo delle PMI “ Alma Mons” di Novi Sad (Serbia)
Camera di commercio di Belgrado (Serbia)
Camera di commercio di Leskovac ( Serbia)
Camera di commercio di Tirana ( Albania)
Agenzia regionale per lo sviluppo “REZ” ( Bosnia – Erzegovina)

Sito del Progetto: www.clusterclub.eu 

Obiettivi del progetto
Il progetto mira alla promozione e alla creazione di una rete di cooperazione tra distretti, associazioni e filiere del bacino adriatico, legate ai settori della nautica e della cantieristica navale compresi i settori produttivi a questi connessi quali  quello del  legno, della meccanica, della plastica, della gomma e del tessile. 

L’intento è quello di  accelerare la creazione e il rafforzamento dei sistemi dei distretti e la creazione di una rete tra PMI, amministrazioni pubbliche, centri di ricerca, consumatori e potenziali acquirenti e di migliorare le possibilità di innovazione del sistema produttivo attraverso strumenti di cooperazione e ricerche di mercato.  

Tra gli obiettivi del progetto anche lo sviluppo di una promozione comune transfrontaliera di gruppi omogenei di cluster, il miglioramento dei servizi di assistenza alle imprese, supporto alla creazione di nuovi business e la cooperazione istituzionale.
 
Attività del progetto

  • Identificazione e mappatura dei potenziali cluster e filiere produttive collegate alla nautica presenti nei paesi coinvolti nel progetto.
  • Mappatura e descrizione delle caratteristiche di organizzazione produttiva dei cluster  esistenti e dei centri di eccellenza a supporto dei cluster ( centri di ricerca, poli tecnologici, laboratori etc).
  • Attività per il sostegno alle imprese ed organizzazione di eventi di partenariato fra distretti nei paesi partner del progetto.
  • Sviluppo di azioni pilota finalizzate al trasferimento tecnologico e allo scambio di competenze per l’innovazione di processi e prodotti.
  • Promozione dello sviluppo di cluster di imprese che operano nel settore della componentistica e della subfornitura al fine di migliorare la capacità competitiva dell’offerta adriatica.

Network di living lab virtuosi nel risparmio energetico e nello sviluppo di fonti di energia rinnovabili

Programma di riferimento
Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013

Durata del progetto
Novembre 2011 – maggio 2014

Partner del progetto
Unioncamere Veneto ( capofila)                                                                                                                                  ConCentro Azienda Speciale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pordenone
Centro Regionale di Assistenza per la Cooperazione Artigiana società cooperativa
Università degli Studi di Padova  - Dipartimento di Processi Chimici dell'Ingegneria
Provincia di Treviso
Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Venezia
Comune di Jesolo
IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Friuli Venezia Giulia
Istituto per lo sviluppo dell'innovazione dell'Università di Ljubliana (IRI UL)
Università di Ljubljana (UL)
Centro di Sviluppo della Valle dell'Isonzo
Agenzia locale per l’Energia della Gori¨ka  - GOLEA Nova Gorica
UIP Centro universitario per lo sviluppo e incubatore universitario del Litorale
Fondazione Istituto sui Trasporti e la Logistica (ITL)
Comune di Musile di Piave

Sito del Progetto: www.energyvillab.eu

Linee guida e casi studio.
Linee Guida per la sostenibilità energetica ed ambientale degli edifici industriali

Obiettivi del progetto:
a) sviluppare nell’area transfrontaliera esperienze pilota di tipo EnergyViLLab, che consentano la creazione, attraverso processi di emulazione, di un tessuto diffuso attento alla promozione di politiche e pratiche virtuose in termini di risparmio energetico e utilizzo di energie rinnovabili, con impatti locali duraturi e significativi;

b) rendere l’area transfrontaliera Italia–Slovenia un luogo di buone pratiche nell’applicazione di RRM (RES:Renewable Energy Sources, RUE:Rationale Use of Energy, MOB:Sustainable Mobility System) promosse da municipalità, cluster industriali e commerciali, comunità scientifiche e centri universitari;

c) creare una rete di EnergyViLLab, in modo tale da favorire confronti e scambi di esperienze fra professionisti, tecnici di aziende, università, centri di innovazione e cittadini dell’area transfrontaliera, essenziali  per promuovere programmi ed intese congiunte di sviluppo economico di tipo RRM;

d) facilitare l’introduzione di politiche energetiche sostenibili e condivise, che contribuiscano alla riduzione dell’inquinamento, all’efficienza energetica e accrescano l’attrattività dei territori italiani e sloveni.

Attività del progetto
Per il Friuli Venezia Giulia nello specifico, la sperimentazione sarà dedicata a verificare le modalità e i vantaggi di implementazione di un modello di Living Lab incentrato sulla risoluzione e di problematiche collegate al risparmio energetico in un ambito di cluster / distretto produttivo e precisamente il distretto industriale del coltello di Maniago – scelto per alcune sue caratteristiche idonee ad avviare la fase pilota di questo progetto.

Vista la recente adozione del protocollo di valutazione energetico-ambientale degli edifici pubblici e privati (VEA)   da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, il progetto si propone di sperimentare l’applicazione del succitato protocollo in ambito di edilizia industriale.

Per questa ragione è stata individuata l’ARES, l’Agenzia Regionale per l’Edilizia Sostenibile, per la realizzazione degli audit dell’impatto energetico-ambientale su un target  di edifici industriali selezionati dall’Agenzia per lo Sviluppo del Distretto Industriale  di Maniago e localizzati all’interno del Distretto del Coltello di Maniago finalizzati a sviluppare una metodologia applicativa di sostenibilità energetico-ambientale che possa portare all’individuazione di soluzioni replicabili e trasferibili anche in altri contesti territoriali. 

EXPLORE- EXploit the PotentiaL fOr Research and innovation in Eco-building

Programma di riferimento
Programma Operativo Interreg IV Italia – Austria 2007-2013

Durata del progetto:
Progetto concluso

Partner del progetto
Unioncamere Veneto ( capofila)
ConCentro Azienda Speciale della Camera di Commercio Industria artigianato e Agricoltura di Pordenone
CCIAA Belluno
Provincia di Belluno
Act2Win Consulting
Camera dell’Economia della Carinzia
Accademia dei Colloqui di Dobbiacco

Obbiettivi del progetto
Il progetto si prefigge l’obiettivo generale di contribuire allo sviluppo del mercato interno transfrontaliero della filiera dell’ Eco-I- Building, in particolare attraverso il perseguimento di due congiunti obiettivi specifici: rafforzare le capacità delle istituzioni e degli altri soggetti competenti ai fini dell’implementazione e l’attuazione di strumenti innovativi di supporto alle imprese del settore; fornire alle imprese della filiera trans-settoriale dell’Eco-I-Building presenti sul territorio più incisivi strumenti per la crescita, lo sviluppo e l’internazionalizzazione.

 Il perseguimento di tali obiettivi sarà realizzato per mezzo dell’elaborazione e dell’attuazione di una metodologia innovativa pilota di supporto alle aziende, una volta convalidata e testata potrà poi essere utilizzata da parte delle Camere di Commercio e degli altri attori coinvolti per lo sviluppo e l’erogazione di servizi alle imprese ad alto contenuto innovativo.

Attività del progetto

La proposta progettuale è strutturata in modo da agire su due livelli di beneficiari ritenuti fondamentali per lo sviluppo dell’area. Le azioni proposte, una volta attuate, permetteranno di conseguire ottenere: 

  • Sviluppo ed attuazione di una metodologia di supporto alle aziende utilizzabile da parte delle Camere di Commercio, testata rispetto alla filiera Eco-I-Building ed estendibile ad altri settori
  • Elaborazione di una strategia di comunicazione virtuale condivisa, per la semplificazione del lavoro in Team virtuali e condivisi a breve e lungo termine
  • Realizzazione di un modello di piattaforma di comunicazione e informazione “SME friendly” per lo sviluppo di reti di supporto al business
  • Sviluppo di servizi ad alto contenuto innovativo nel settore della ricerca e del trasferimento tecnologico

 

Contatti
Sede: Corso Vittorio Emanuele II, 56 – 33170 Pordenone,
Palazzo Montereale Mantica  secondo piano
Telefono: 0434.381693 – 250 - 609
Fax: 0434.381637

Responsabile: Luca Penna
E-mail: internazionalizzazione@pn.camcom.it