Esprimi il tuo giudizio

Concentro - progetto BEAT, lunedì il terzo step operativo

08.02.19

Terzo step operativo del progetto BEAT (Blue Enhancement Action for Technology Transfer), iniziativa coordinata da ConCentro, l’azienda speciale camerale – in vista della chiusura delle attività previste per il prossimo giugno.

Nei precedenti workshop (Rijeka e Grado), le Università partner hanno tenuto lezione sullo sviluppo tecnologico sostenibile per l’economia del mare e le opportunità di innovazione e collaborazione internazionale. Lunedì, a Venezia, un nuovo incontro di progetto e il terzo Project Steering Committee fra i partner. L’obiettivo di Beat è infatti favorire l’innovazione, il networking e lo scambio di buone pratiche tra le imprese italiane e croate per garantire nuove possibilità di crescita a livello di filiera e territoriale. A tal fine sono state coinvolte una ventina di aziende italiane che verranno accompagnate nella gestione del clima e dell’attitudine all’innovazione attraverso la somministrazione di un questionario atto a misurare la propensione del personale alla riorganizzazione dei processi manageriali interni.
 
BEAT intende rafforzare l’innovazione e la cooperazione fra le imprese e i centri di ricerca operanti nell’area di programma. In particolare BEAT punta a stimolare lo sviluppo della creazione di un cluster transfrontaliero nelle tecnologie della Blue Economy, comprendente il settore della cantieristica nautica, e migliorare la competenza delle imprese nell’innovazione ed organizzazione dei processi manageriali interni. Al progetto BEAT collaborano sette partner transfrontalieri: Unioncamere del Veneto, Autorità portuale di Venezia, Università di Trieste – Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche, Maritime Technology Cluster FVG, Agenzia per lo sviluppo regionale della Regione dell’Istria e Università di Fiume – Dipartimento di Biotecnologie.


Autore: Ufficio stampa