Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 30/07/2019

AVVISO IMPORTANTE

Si ricorda, come in precedenza comunicato, che dal 1 giugno 2019, le richieste di rilascio dei certificati di origine e visti potrà essere presentata solo con modalità telematica, attraverso l’apposito software Cert’O.
I dettagli dell’utilizzo del software sono illustrati nelle slides presenti nella seguente pagina.

In relazione a tale importante novità la sede pordenonese della Camera di Commercio di Pordenone-Udine avverte l’utenza che potrebbero esserci dei rallentamenti nei tempi di evasione delle richieste e conseguentemente i termini a suo tempo comunicati (evasione entro le ore 12.00 del giorno lavorativo successivo alla richiesta) potrebbero non essere rispettati.
Sino alla definizione dei diversi tempi massimi compatibili con la nuova organizzazione si consiglia di presentare la richiesta con almeno 3 giorni lavorativi di anticipo rispetto alle necessità.

Certificazione per l’estero

Molti importatori dei paesi extracomunitari richiedono alle aziende italiane i Certificati d'origine Comunità Europea: si tratta di documenti doganali che attestano il paese d'origine della merce e che accompagnano i prodotti esportati in via definitiva.
Il Certificato d'origine può essere richiesto alla Camera di Commercio nella cui circoscrizione l'impresa ha sede legale o un'unità operativa o filiale principale.
La richiesta dev'essere fatto telematicamente con l’applicativo Cert’O.

Orario ritiro CO allo sportello
Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.15

Documenti da presentare
Per ottenere il Certificato d’origine devono essere presentati all’Ufficio commercio estero:

  • la richiesta telematica prodotta con il software Cert'O o altro software compatibile firmata digitalmente dal Legale Rappresentante.
  • documentazione relativa all'origine (composizione minima: fattura di vendita firmata digitalmente dal Legale Rappresentante).

Possono essere rilasciati, oltre all’originale del Certificato d’origine, anche le copie nella quantità necessaria.

In caso di necessità, ulteriori copie di certificato d’origine possono essere rilasciate anche in tempi successivi al visto dell’Originale.

Costi
Ogni originale/copia: €. 5,00 pagati attraverso l'applicativo software utilizzato.

VISTI a VALERE ALL'ESTERO

Alle imprese che esportano in paesi extracomunitari possono essere richiesti documenti, fatture, dichiarazioni e attestazioni vistati dalla Camera di Commercio.

Diamo un elenco dei visti più comunemente richiesti all’Ufficio Commercio estero

  • Visto di deposito Viene apposto su fatture, packing list, offerte, o altri documenti dell’impresa, relativi al commercio estero. Il documento deve essere firmato dal legale rappresentante e presentato nelle copie da vistare unitamente a una copia che viene trattenuta dall’Ufficio.
  • Legalizzazione delle firme Viene apposto su atti già emessi o vistati dalla Camera di commercio per uso estero, al fine di legalizzare la firma del funzionario camerale emittente.
  • Certificato di libera vendita È un documento richiesto da alcuni Stati per assicurarsi che la merce importata abbia libera circolazione nel Paese di origine e sia sottoposta ai controlli della legislazione nazionale Viene rilasciato dietro presentazione di richiesta secondo apposito fac simile, sottoscritta dal legale rappresentante, corredata di copia delle fatture di vendita dell’ultimo trimestre. Talvolta può essere sostituita da dichiarazione della Ditta che, se necessario, può essere vistata dall’Ufficio (vedi visto di deposito).

Costi
Per ciascuno di questi visti, € 3,00

Sono disponibili i moduli: Richiesta attestato di libera vendita.

Per esportare senza problemi:Formalità e documenti per esportare nei paesi terzi


Visitare il seguente sito: Schede paese Export