Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 26/09/2018

Ruolo dei periti e degli esperti

Ruolo camerale dei periti e degli esperti della provincia


Normativa di riferimento

Decreto Ministero Industria 29 dicembre 1979 e successive modifiche ed integrazioni;

Regolamento della Camera di Commercio di Pordenone emanato con delibera di Giunta camerale n. 72 del 21 marzo 1980 e successive modifiche ed integrazioni.
Il Ruolo non conferisce alcun tipo d’abilitazione, ma riconosce la competenza di una persona in una determinata materia.
I periti e gli esperti, iscritti nel ruolo esplicano funzioni di carattere prevalentemente pratico, con esclusione, ai sensi dell'art. 32, n. 3, del testo unico approvato con regio decreto 20 settembre 1934, n. 2011, di quelle attività professionali per le quali sussistono albi regolati da apposite disposizioni.
Il Ruolo è distinto in categorie e sub-categorie (prodotti agricoli, articoli di abbigliamento, preziosi, legno, scritture, categorie varie ecc.). 

Per chi è
Per le persone fisiche che dimostrano di avere una specifica preparazione e competenza in una delle sub-categorie in cui è diviso il ruolo.

Requisiti
Per l’iscrizione al Ruolo:

Requisiti generali:
Aver compiuto 21 anni d’età

Requisiti morali

  • Non essere stato dichiarato fallito e di non aver subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, l'amministrazione della giustizia, l'ordine pubblico, la fede pubblica, l'economia pubblica, l'industria e il commercio ovvero per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni o, nel massimo, a cinque anni, salvo che sia intervenuta la riabilitazione
  • Non essere sottoposto a provvedimenti antimafia.

Requisiti professionali
Possesso del titolo di studio e/o esperienza professionale nelle categorie e sub-categoria per le quali si chiede l’iscrizione. L'aspirante deve esibire tutti gli altri titoli e documenti validi a comprovare la propria idoneità all'esercizio di perito o di esperto nelle categorie e sub categorie per le quali richiede l'iscrizione.
Il Dirigente preposto, che esamina le istanze di iscrizione, nel caso ritenga, a suo insindacabile giudizio, che i titoli e documenti esibiti non siano sufficienti a comprovare l'idoneità dell'aspirante all'esercizio di perito ed esperto nelle categorie e sub categorie per le quali richiede l'iscrizione, ha facoltà di sottoporre il candidato ad un colloquio. Ai fini del medesimo il Dirigente potrà avvalersi di persone di riconosciuta competenza in materia. 

Cosa fare
Documenti da presentare

  • domanda in marca da bollo su apposito modulo, in distribuzione presso la CCIAA, sottoscritta dall'interessato;
  • esibizione del documento comprovante l'assolvimento dell'obbligo scolastico o autocertificazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000;
  • esibizione della documentazione comprovante il possesso dei requisiti professionali;
  • versamento dei diritti di segreteria, pari a € 31,00 sul C/C bancario IBAN IT27A0835664789000000020323 intestato alla CCIAA di Pordenone, oppure in contanti direttamente allo sportello.  

L’istanza di iscrizione nel Ruolo va presentata all’ufficio “ Regolazione del mercato - Commercio estero – Ambiente” della Camera di Commercio.
Nella domanda devono essere indicate le categorie e sub categorie per le quali l'aspirante intenda esercitare le funzioni di perito o di esperto.
Il possesso dei requisiti generali, morali e professionali può essere autocertificato ai sensi del T.U. 445/2000. 

Per informazioni:
telefono n. 0434 381238
e-mail albieruoli@pn.camcom.it