Esprimi il tuo giudizio
Ultimo aggiornamento: 02/03/2012

Albo gestori ambientali

GENERALITA'

E’ costituito, presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Albo Nazionale Gestori Ambientali, già Albo delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti.

L'albo è composto:

  • dal Comitato nazionale, con sede presso il medesimo Ministero;
  • dalle Sezioni regionali e provinciali, istituite presso le Camere di Commercio dei capoluoghi di Regione e delle Province autonome di Trento e Bolzano

Per la regione Friuli la sezione regionale dell'albo gestori ambientali ha sede presso la Camera di Commercio di TRIESTE.


SOGGETTI TENUTI ALL'ISCRIZIONE ALL'ALBO

Tutte le imprese che intendono svolgere le seguenti attività di gestione dei rifiuti:

  • categoria 1: raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e assimilati;
  • categoria 2: raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi, avviati al recupero in modo effettivo ed oggettivo;
  • categoria 3: raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi, avviati al recupero in modo effettivo ed oggettivo;
  • categoria 4: raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi;
  • categoria 5: raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi;
  • categoria 6: gestione di impianti fissi di titolarità di terzi nei quali si effettuano le operazioni di smaltimento e di recupero;
  • categoria 7: gestione di impianti mobili per l’esercizio delle operazioni di smaltimento e di recupero;
  • categoria 8: intermediazione e commercio di rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi;
  • categoria 9: bonifica di siti;
  • categoria 10: bonifica di siti e beni contenenti amianto;
  • categoria 11: raccolta e trasporto dei propri rifiuti non pericolosi e raccolta e trasporto dei propri rifiuti pericolosi in quantità non eccedente trenta chilogrammi o trenta litri al giorno, ai sensi dell’art. 212, comma 8, D.Lgs. 152/06 come sostituito dall’art. 2, comma 30, D.Lgs. 4/08.


TIPI D'ISCRIZIONE

L'iscrizioni può essere:

  • Ordinaria riguarda tutte le imprese che sono iscritte all’Albo sulla base di una domanda di iscrizione (categorie 1-4-5-6-7-8-9-10)
  • Semplificata riguarda tutte le imprese ed enti che sono iscritti all’Albo sulla base di una comunicazione e sono:
  1. aziende speciali, consorzi e società di cui all’articolo 22 della legge n. 142 dd. 8/6/1990, e succ.mod., che svolgono attività di gestione di rifiuti urbani e assimilati nell’interesse di comuni o di consorzi di comuni (categorie 1–6);
  2. imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto dei rifiuti pericolosi e non pericolosi avviati al    recupero in modo effettivo ed oggettivo (categorie 2 e 3). 

L’iscrizione va presentata alla sezione regionale dove ha sede legale l’impresa, ha una validità di 5 anni ed è rinnovabile, tramite domanda di rinnovo/revisione.

Le imprese iscritte sono tenute a comunicare alla Sezione regionale ogni variazione che possa avere effetto sull’iscrizione (ad es. variazione della sede legale, sostituzione legali rappresentanti, inserimento mezzi, ecc.), tramite domanda di variazione.

L’iscrizione alla categoria 11 ha una sua specifica procedura e non ha scadenza.

NORME DI RIFERIMENTO 

D.Lgs. 22/1997 del 05/02/1997 (pubblicato sul Supplemento Ordinario della G.U. 15/02/1997, n. 38), per la parte tutt’ora in vigore

Decreto del Ministero dell’Ambiente dd. 28/4/1998, n. 406

D.Lgs. 152/2006 del 03/04/2006 (pubblicato sul Supplemento Ordinario alla G.U. Serie Generale n. 88 del 14/04/2006

D.Lgs. n. 4/2008 del 16/01/2008 „Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del D.Lgs. 03/04/2006, n. 152, recante norme in materia ambientale” (pubblicato sulla G.U. Serie Generale n. 24 del 29/01/2008)


PER MAGGIORI INFORMAZIONI